EnglishFrenchGerman

Sei in:

Home Le Valli Valle Po Sentiero V16
Messaggio
  • Privacy Direttive Cookies

    Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere questi tipi di cookies sul vostro dispositivo..

    Leggi normativa

Sentiero V16

Sentiero V16

Pian del Re - Pian Armoine - Pian Mait - Colle delle Traversette

Note Tecniche: http://montagna.provincia.cuneo.it/sentieri_alpini/valle_po/v16.jsp
All'inizio del Pian del Re (2020 m) l'ampia mulattiera V16 sale verso ponente sulla sinistra orografica della Valle Po e, dopo aver diramato sulla destra (presso la quota 2092 m) il sentiero V12 per il Colle della Gianna, si avvicina gradualmente al fondo idrico. Trascurando il sentiero per il Lago Superiore (V17) sulla sinistra (sud), presso la quota 2115 m, la mulattiera continua il suo corso allungandosi sul fondo del vallone, lascia a quota 2250 m il sentierino V19 per il Rifugio Vitale Giacoletti, poi ritorna sulla sinistra orografica e, volgendo a nord, raggiunge il Pian Armoine. Dopo aver lasciato la diramazione V20, a quota 2480 m, che sale verso destra al Colle Armoine, il marcato sentiero, con flessione verso sudovest, raggiunge la base dello sperone meridionale del Monte Meidassa, dove dirama verso sud il sentierino che si allunga in direzione della base del Coulour Bianco.Volgendo a nord il sentiero si inerpica serpeggiando e raggiunge il poggio che chiude a levante il Pian Mait, con una splendida panoramica sul versante Nord del Monte Viso. Attraversata verso nordovest la conca pietrosa, il sentiero passa presso la Fonte Ordi (2787 m) e su sfasciumi arriva a un lungo ex ricovero militare. Staccata a destra (nord) un'ultima diramazione per il Passo Luisàs (V22), il sentiero prosegue serpeggiando verso ponente, alle spalle della costruzione e in direzione dell'incombente cresta rocciosa spartiacque (confine italo-francese), fino a un bivio. La breve diramazione di destra raggiunge l'ingresso del traforo medioevale, conosciuto come Buco di Viso e Galleria delle Traversette. Dal bivio per il «Buco di Viso» il sentiero V16 prosegue verso sinistra inerpicandosi sulla costola protesa sul sottostante Pian Mait, che scende, verso est, dalla cresta spartiacque principale, (transito pericoloso solo in presenza di neve o ghiaccio) fino a sbucare sul Colle delle Traversette (2950 m). Dal valico un sentiero scende, sul versante Guil, al Refuge du Viso.
AddThis Social Bookmark Button