EnglishFrenchGerman
Messaggio
  • Privacy Direttive Cookies

    Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere questi tipi di cookies sul vostro dispositivo..

    Leggi normativa

Sentiero U24

Sentiero U24

Ponte Pelvo - Costa Cialm - Rocce del Pelvo - Colle Bicocca

Note tecniche

  • Partenza: 1755 m
  • Arrivo: 2285 m
  • Dislivello: 870 m
  • Sviluppo: 6840 m

Il sentiero U24 nasce poco oltre la borgata di Chiazale, in corrispondenza del Ponte Pelvo (1755 m) alla confluenza del torrente Reou (Vallone Camosciera), nel Varaita di Bellino. Superato il corso idrico principale sull'antico ponte in pietra, la mulattiera si inoltra nel Vallone Camosciera, ne attraversa su un ponticello il corso d'acqua (torrente Reou) e quindi si biforca. Trascurato a destra il sentiero U25 che continua sul fondo del vallone in direzione del Colle delle Sagneres, volge a sinistra e verso levante entra nel lariceto a monte della bellissima e grande Grangia Reou (1793 m). Il sentiero sale serpeggiando lungo la Costa Pra Morel, presso i 2350 m scavalca la Costa Camosciera poi, oltre un combale a livello della quota 2367 m, valica la costola tra il Bric Rutund e il Buch della Mellerosa. Con ampio semicerchio verso sud il sentiero contorna alla base il Bric Rutund e, oltre la Costa Ubach che scende a nordovest in direzione della Borgata Fontanile, si inoltra verso sud nella pietrosa conca tra macchie di rododendri. Poi volge nuovamente a levante e sale l'arida china alla base della severa parete Nord del Pelvo d'Elva. Con un lungo traverso su un ripido pendio alla testata del Cumbal del Pelvo, il sentiero raggiunge lo spartiacque Varaita-Maira a nordest del Pelvo d'Elva, a quota 2624 m. Da questo punto panoramico il sentiero scende lungo lo spartiacque detto Costa Cialm, passa presso i ruderi della ottocentesca "Vedetta" (2572 m IGM), contorna le Rocce del Pelvo (2322 m) e confluisce a quota 2352 m sulla mulattiera (a destra bivio T6) che con percorso pianeggiante passa presso il "Ricoverino" (2287 m), una costruzione ottocentesca, e subito dopo raggiunge il Colle Bicocca (2285 m IGM). Dal valico è possibile scendere a Casteldelfino (U7), a Chiesa di Bellino (U22) e a Elva (T4).

AddThis Social Bookmark Button