EnglishFrenchGerman

Sei in:

Home Le Valli Valle Bisalta e Pesio
Messaggio
  • Privacy Direttive Cookies

    Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere questi tipi di cookies sul vostro dispositivo..

    Leggi normativa

Valle Bisalta e Pesio

Valle Bisalta e Pesio

liLa lunga dorsale della Bisalta, culminante nei 2404 m del Bric Costa Rossa e caratterizzata dalla bifida elevazione della Besimauda (2231 m), separa le valli Vermenagna, Colla e Pesio. La valle del torrente Colla costituisce la prima valle interamente appartenente alle Alpi Liguri a est del Colle di Tenda. La valle si sviluppa, come buona parte delle altre vallate cuneesi delle Alpi Liguri, in direzione nord-sud per una lunghezza di circa 6 km, da Boves alla sua testata. Dimensioni ancora più ridotte ha l'altra valle della Bisalta, quella del torrente Iosina che fa capo al centro di Peveragno. La Valle Pesio, sbarrata alla sua testata dalla muraglia del Marguareis (2651 m), la più elevata cima delle Alpi Liguri, ha uno sviluppo di circa 15 km. Sullo spartiacque con le valli Ellero, Roia e Vermenagna si aprono tuttavia alcuni valichi, frequentati nei secoli come vie di transumanza e di comunicazione anche tra la pianura piemontese e la costa. Una certa importanza ebbero nel passato il valico del Passo del Duca e quelli di Porta Sestrera e del Vaccarile che permettevano di contornare i contrafforti del Marguareis per raggiungere le valli Roia, Vermenagna, Ellero e Tanaro. L'ambiente della valle venne modellato dalla laboriosa presenza dei monaci della Certosa di Pesio che colonizzarono la valle dal Medioevo. Oltre al Marguareis e alla Bisalta con le loro numerose cime, coronano la valle il Cars (2204 m), la Punta Mirauda (2157 m), la Cima della Fascia (2495 m).
liGalleria immagini Valle Bisalta e Pesio

  • Filtra
  • Cerca
  Nome Descrizione
Sentiero H8
Sentiero H8

Gias Sottano Sestrera - Gias Soprano Sestrera - Rifugio Garelli - Porta Sestrera

Il sentiero H8 si dirama dall'H1 al Gias Sottano Sestrera (1331 m). Al bivio presso la fontana del gias, il sentiero volge a sinistra e guadagna quota nella maestosa abetaia, poi si affianca al Rio Sestrera e con un nuovo bivio si sdoppia.
Sentiero H9

H9 Meschie (ponte 1177 m) - Sella Morteis - Monte Besimauda

Dalla borgata Pradeboni (868 m, frazione di Peveragno) una rotabile in parte asfaltata sale attraverso poggi e radure ai Tetti Marro (1005 m) e con tortuoso percorso raggiunge il ripiano ove si apre la radura dell'area turistica delle Meschie (1100 m). La strada prosegue più accidentata e con lunghi tornanti nell'abetaia fino alla Sella Morteis (1470 m).

Sentiero L8
Sentiero L8

Tetto Croce (Vernante) - Passo Ceresola - Cima la Motta - Bric Costa Rossa

Poco oltre Tetto Croce dalla strada che da Vernante, passando presso i ruderi del Castello Lascaris, s'inerpica sul versante destro orografico della Valle Vermenagna, a circa 1100 m, inizia la mulattiera L8.