EnglishFrenchGerman

Sei in:

Home Le Valli Valle Gesso
Messaggio
  • Privacy Direttive Cookies

    Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere questi tipi di cookies sul vostro dispositivo..

    Leggi normativa

Valle Gesso

Valle Gesso

liLa Valle Gesso dallo spartiacque alla pianura cuneese ha uno sviluppo di circa trenta chilometri. Per la verità sarebbe meglio parlare di valli del Gesso o Valle dei Gessi poiché questa si ramifica a monte di Valdieri in due distinte convalli: quella della Valletta e quella di Entracque. A loro volta le convalli si aprono a ventaglio con altri rami secondari (Sabbione, S. Giacomo, Rovina, Meris, Valasco eccetera). La valle costituisce il «cuore» delle Alpi Marittime dove si trovano le vette principali, a iniziare dal gruppo dell'Argentera che rappresenta il punto culminante di questo settore alpino con i 3297 m della Cima Sud. Gli altri principali gruppi montuosi sono quelli del Monte Matto (3088 m) e del Monte Gelàs (3143 m). I rifugi alpini si concentrano in tali aree, in modo particolare intorno all'Argentera. Esistono poi numerosi bivacchi in quota. Buona parte della valle è compresa nell'area del Parco naturale delle Alpi Marittime sorto sul territorio della ex riserva reale di caccia. Da questa istituzione prettamente venatoria la Valle Gesso ha ereditato una fitta rete di sentieri e mulattiere che consentivano di raggiungere le «imposte» di caccia in quota. A questo reticolo di percorsi si aggiunse poi quello realizzato a scopi militari, in modo particolare negli anni Trenta del secolo scorso. La viabilità militare è costituita da notevoli carrozzabili, solo in parte ben conservate, da mulattiere e sentieri che raggiungono casermette, ricoveri, osservatori e altre postazioni militari. Le realizzazioni più significative si possono ancora oggi ammirare nel vallone del Valasco.
liGalleria immagini Valle Gesso


View Larger Map
  • Filtra
  • Cerca
  Nome Descrizione
Sentiero N9
Sentiero N9

Vallone di Lourousa (Bivio N8) - Bivacco Varrone

Note Tecniche:
Dal bivio 1990 m, a monte del Lagarot di Lourousa, dalla mulattiera N8 (Terme di Valdieri – Rifugio Morelli-Buzzi – Colle del Chiapous), 
Sentiero M20
Sentiero M20

Vallone di Moncolomb (Bivio M13) - Bivacco Moncalieri

Note Tecniche:
Dal bivio a 1550 m circa (a monte del Gias Colombo) della mulattiera M13, che dal Gias del Vei del Bouc sottano sale al Rifugio Pagarì,
Lago Brocan Valle Gesso
Lago Brocan Valle Gesso

Lago Brocan a monte dell'ago artificiale Chiotas e rifugio Genova a quota m 2010.

Vedere il sentiero M8 (Lago delle rovine - rifugio Genova - Figari)

Sentiero N1
Sentiero N1

Andonno - Colla delle Piastre

Note Tecnche:
Da Andonno (733 m) presso la Chiesa parrocchiale, la Via «Soprana» si staglia verso la periferia (lato monte) dell'abitato, passa presso la cappella dedicata alla Mater Divinae Gratiae 
Lago della Sella Superiore Valle Gesso
Lago della Sella Superiore Valle Gesso Lago della Sella Superiore Sant0Anna di Valdieri Valle gesso, Sentiero N4 che porta al rifugio Dante Livio Bianco.
Vedi Il VIDEO
Sentiero N16
Sentiero N16

Gias delle Mosche - Laghi di Fremamorta – Colle di Fremamorta

Note Tecniche:
Dalla rotabile per il Piano della Casa del Re (c. 3,5 km da Terme di Valdieri), a quota 1569 m, si stacca a destra la sterrata per il vicino Gias delle Mosche e il ponticello di legno sul Torrente Gesso della Valletta. 
Sentiero N3
Sentiero N3

Tetti Frè (Desertetto) - Colle dell'Arpione

Note Tecniche:
Dalla borgata di Desertetto (San Bernardo, 1088 m) una stradina prosegue in moderata salita, attraversa radure prative, tocca i casolari della borgata Tetti Frè (1185 m) 
Sentiero N4
Sentiero N4

Sant'Anna di Valdieri - Rifugio Dante Livio Bianco

Note Tecniche:
Da Sant'Anna di Valdieri (978 m) la rotabile di fondovalle, all'altezza del ponte sul Rio della Mèris, stacca una ripida stradina che si inerpica tra i casolari. 
Sentiero N5
Sentiero N5

Ponte della Vagliotta - Capanna sociale Barbero - Passo Barra della Vagliotta

Note Tecniche:
Oltre il Ponte della Vagliotta (1091 m) sul Torrente Gesso della Valletta (c. 2,5 km a monte di Sant'Anna di Valdieri) inizia la mulattiera N5 
Sentiero N6
Sentiero N6

Ponte della Vagliotta - Bivacco Gandolfo

Note Tecniche:
Il sentiero N6 valicava un tempo il Torrente Gesso su una passerella all'altezza dei Tetti Niot. 
Sentiero N7
Sentiero N7

Vallone della Vagliotta (Bivio N5) - Bivacco Costi-Falchero

Note Tecniche:
Verso quota 1800 m circa, ai piedi del Gias del Merzo, dalla mulattiera N5 che sale al Passo Barra della Vagliotta, 
Sentiero N8
Sentiero N8

Terme di Valdieri - Rifugio Morelli-Buzzi - Colle del Chiapous

Note Tecniche:
Dalle Terme di Valdieri (1368 m) presso il ponte sul Gesso che precede lo stabilimento termale una stradetta scende all'area di parcheggio (c. 1355 m) 
Sentiero N27
Sentiero N27

Bivio N17 - Passo di Costa Miana - Valrossa - Valscura (Bivio N23)

Note Tecniche:
Dal bivio di quota c. 2405 m della mulattiera N17 che dal Piano del Valasco sale al Colle Valmiana, il tronco di sinistra N27 s'inoltra nel pietroso avvallamento di ponente della Valle Miana.

 

Sentiero N18
Sentiero N18

Piano del Valasco - Colletto di Valasco - Lago Sottano di Fremamorta (Bivio N16)

Note Tecniche: http://montagna.provincia.cuneo.it/sentieri_alpini/valle_gesso/n18.jsp
Poco oltre il ponte (1814 m) a monte della cascata superiore del Valasco al termine della rotabile ex militare proveniente dalle Terme di Valdieri, 
Sentiero N10
Sentiero N10

Gias delle Mosche - Rifugio Bozano

Note Tecniche: http://montagna.provincia.cuneo.it/sentieri_alpini/valle_gesso/n10.jsp
Dal Piano della Casa del Re (1762 m), al termine della carrareccia proveniente dalle Terme di Valdieri, inizia la mulattiera N11